sabato, aprile 09, 2005

Il mattoncino va in pezzi

La Lego, storica casa di giocattoli, produttrice dei mattoncini di plastica più famosi del mondo, attraversa la crisi più grave dei suoi 73 anni di storia...

Che sia la volta buona che scende di prezzo il Mindstorm?

6 commenti:

  1. ehhh, 'sti bambini di oggi guardano troppa tv e giocano troppi videogiochi

    RispondiElimina
  2. Mi sa che se fallisce i mindstorm diventano pezzi da collezione e in quanto tale i prezzi schizzano alle stelle un po' come i gomiti di gibernau

    RispondiElimina
  3. Fallire la lego? Nah, ritireranno i Mindstorm. E per anni i coglioni si chiederanno dove hanno sbagliato senza rendersi conto che bastava vendere confezioni base piu' piccole e con meno pezzi.

    RispondiElimina
  4. Ora come minimo alla prossima Lucca sarà pieno di Lego

    RispondiElimina
  5. No dai oggettivamente i LEGO hanno raggiunto prezzi inenarrabili e i modellini sono fatti da 2 pezzi. Una volta era bellissimo veder nascere una macchina da 2000 mattoncini uguali. Poco importa se non era ESATTAMENTE uguale alla macchina. Il bello era passare 3\4\5 ore a montarla. Ora le macchine sono più realistiche ma per ottenere questo effetto ci sono un sacco di pezzi customizzati ed enormi.
    Godibilità sacrificata dalla realisticità. Lo stesso discorso si potrebbe applicare alla grafica 3D dei videogiochi, la rovina del mondo videoludico IMHO

    RispondiElimina
  6. I bionicle al tg dicevano che tirano.

    RispondiElimina

Ricordatevi che i commenti vengono moderati!!!